vegan sushi – maki con alga nori

2014-11-17
  • Livello Difficoltà:
  • Preparazione : 0m
  • Cottura : 0m
  • Pronto in: 0m

Prima di iniziare devo farvi una confessione: io non ho mai mangiato sushi, ma la versione vegan di questi deliziosi rotolini mi ha letteralmente stupito, li trovo irresistibili. Questi bocconcini così belli, pieni di sfumature di gusto, e soprattutto pieni di benessere mi hanno proprio conquistato Provate e non ve ne pentirete. Alcuni ingredienti di sicuro li avrete già in casa come la salsa di sesamo, tahin, altri magari saranno da acquistare, come l’acidulato di umeboshi, un vero elisir di salute. Proprio due parole su questo magico aceto giapponese concedetemele, è ottenuto dalla fermentazione di una prugna, o meglio sarebbe chiamarla albicocca il cui gusto acidulo e sapido regala non solo un buon sapore a verdure sia cotte che crude, a riso e a salse varie, ma dona al nostro organismo una miniera di buone cose. L’acido citrico e i minerali quali fosforo calcio e ferro, contenuti, ci aiutano a combattere stanchezza, stati febbrili, e problemi digestivi, l’azione alcalinizzante rende questo aceto il numero uno dei condimenti, un valido sostituto al comune aceto, che aspettate a comperarlo? Lo trovate nei negozi bio al reparto macrobiotico-japan 😉

E ora veniamo all’alga utilizzata, l’alga nori:

L’alga nori è un’alga rossa del genere Porphyra, detta anche lattuga di mare. Viene coltivata su reti che affiorano in superficie durante la bassa marea, questo sistema permette un efficiente fotosintesi alle alghe. Una volta raggiunta la maturazione, vengono raccolte e rese in polpa, che poi viene stesa su telai che daranno la tipica forma a foglio.

Il foglio di alga nori va sempre leggermente tostato prima del suo utilizzo, facendolo “danzare” qualche minuto su una fiamma, il colore dovrebbe virare verso il verde intenso.

Dopodichè procedere con la creazione dei maki.

Ingredienti:

  • Fogli di alga nori
  • Riso per sushi
  • Acidulato di umeboshi
  • Salsa tahin
  • Verdure tagliate a listarelle come: carote, zucchine, avocado e cetrioli
  • fettine di funghi champignon marinati nel tamari
  • Salsa di soia (shoyu)
  • Stuoino per arrotolare

Per la cottura del riso vi rimando alle indicazioni che troverete sulle confezioni. Dopo averlo cotto e lasciato intiepidire, il riso va condito con l’acidulato di umeboshi.

Con le mani leggermente inumidite stendere il riso sull’alga tostata, lasciano liberi i bordi dei lati più lunghi. Creare un piccolo solco al centro dove andranno posizionate le verdurine. In questo solco centrale aggiungere ancora qualche goccia di umeboshi, la salsa tahin e le verdure a listarelle, io di solito metto insieme carote e zucchine in un rotolino mentre avocado e cetriolo in un altro. Poi procedere all’arrotolamento e al taglio in proporzioni uguali. Condire a piacere con salsa di soia. E buon appetito!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione Media dei membri

(5 / 5)

5 5 2
Valuta questa ricetta

2 persone hanno valutato questa ricetta

Ricette Correlate:
  • lasagnetta porri e zucca

    Lasagnetta porri, zucca e lenticchie

  • intro

    La fantastica zuppa di ceci e castagne

  • mouss 3

    Moussakà…a modo mio

  • caserecce

    Caserecce di farro al pomodoro e cannellini

  • riso 2

    Riso black forest con tofu affumicato e melone