Cuori al cacao e albicocca

2015-02-12
  • Porzioni : 12
  • Preparazione : 15m
  • Cottura : 25m
  • Pronto in: 40m

Questa ricetta nasce dal desiderio di non sprecare un succo di frutta all’albicocca che giaceva in frigorifero, non amandoli molto quando qualcuno me li regala poi faccio fatica a smaltirli, me li dimentico proprio e allora ho detto: facciamo un dolcetto. Premetto che al posto del succo di frutta potete usare o un estratto di frutta fatto al momento, diecimila volte meglio di quelli acquistati, o anche dell’acqua! Si si ho detto acqua 😉

Ecco gli ingredienti per 12 stampini:

  • 150 gr di farina 0
  • 80 gr di zucchero di canna
  • 250 ml di succo/acqua
  • 80 ml di olio di girasole deodorato o mais
  • 3 cucchiai di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • mezza bustina di povere lievitante per dolci
  • pizzico sale
  • vaniglia in polvere qb

Per farcire seguite di più il vostro gusto, e scegliete una marmellata in accordo magari con il gusto del succo utilizzato, io appunto ho farcito con marmellata di albicocca, ma potete anche fare a meno della farcitura, il gusto di albicocca sarà lieve ma decisamente gradevole.

procedimento:

mescolate dapprima i liquidi, poi aggiungete il cacao, la farina, la vaniglia e il sale e da ultimo il lievito. L’impasto sarà cremoso, riempite gli stampini fino a 3/4 e cuocere in forno caldo a 180° per circa 25 minuti, ma controllate sempre con lo stecchino la cottura.

 

 

Commenti Ricetta

Commenti (3)

  1. postato da MARIROSA RIZZI on febbraio 12, 2015

    Li ho provati, sono squisiti e per di più facili da fare… a volte ci sono delle soluzioni geniali che mettono pace tra gola e salute. Bello quando puoi gratificare la voglia di dolce senza doverti sentire in colpa subito dopo… Ammiro le persone che inventano in cucina, sperimentano e trovano le soluzioni che aiutano. Grazie

  2. postato da MARIROSA RIZZI on febbraio 12, 2015

    Provati, assaggiati, gustati e… rifatti perché la ricetta e davvero semplice, facile da eseguire. E’ bello trovare il modo di soddisfare la voglia di dolce senza sentirsi subito dopo in colpa.. e far andare per traverso il piacere di un attimo prima.. E perciò dico Grazie a chi esperimenta e trova soluzioni, senza uova, senza burri, senza quantità di zuccheri esagerate..ed ecco che ci sono dolci che diventano cibo e non solo “peccati di gola”..

    • postato da Alessandra on febbraio 14, 2015

      Grazie! Sì è importante capire che il cibo deve nutrirci e non sfamarci e basta 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutazione Media dei membri

(5 / 5)

5 5 3
Valuta questa ricetta

3 persone hanno valutato questa ricetta

Ricette Correlate:
  • crumble 2

    Il goloso crumble di pesche e cioccolato

  • saraceni 2

    Saraceni al malto e nocciole

  • cappuccino 1

    Cappuccino cake

  • sbrisolona

    La sbrisolona con il malto di riso

  • mele 1

    La soffice torta di mele allo yogurt